Skip to content

Contenuti premium: cosa sono e perché funzionano

Prima di scegliere un prodotto o un servizio, l’utente vuole informarsi, questo è vero. Ma ora aggiungiamo un’altra considerazione: le informazioni non bastano più! Ecco perché devi fornire anche i contenuti premium.

Oggi i potenziali clienti cercano le informazioni in rete, ma vogliono anche essere educati per compiere la scelta finale in maniera (quasi) autonoma. I clienti vogliono capire perché hanno bisogno di un certo prodotto o servizio. Vogliono rendersi conto in maniera chiara e approfondita in che modo la soluzione, che offre ad esempio la tua azienda, è quella più giusta per loro. E la risposta è scritta nei contenuti premium.

Leggi l’articolo per capire cosa sono i contenuti premium, quali caratteristiche hanno, quali vantaggi portano all’utente ma, soprattutto, perché sono importanti per la tua azienda.

 

Cosa sono i contenuti premium

I contenuti premium sono risorse utili e gratuite attraverso le quali l’utente approfondisce l’argomento che lo interessa. Si trovano all’interno di un sito o direttamente nel blog aziendale oppure si accede ai contenuti premium cliccando su un annuncio.

L’offerta dei contenuti premium ai visitatori di una pagina si realizza con delle call to action ovvero delle “chiamate all’azione” che invitano a scaricare del materiale o, per esempio, visionare un contenuto specifico.

I contenuti premium si offrono in cambio di qualcosa: i dati dell’utente. Si tratta, infatti, di uno scambio a tutti gli effetti. L’utente compila un form con i propri contatti e, solo dopo, può scaricare i contenuti premium. L’azienda, a quel punto, inserisce i dati ottenuti nel proprio CRM.

Questo scambio di dati fa sì che i contenuti premium siano molto importanti in una strategia di inbound marketing. Soprattutto essi permettono di fare lead generation raccogliendo direttamente contatti qualificati. I vantaggi però sono anche altri.

 

I vantaggi dei contenuti premium per l’azienda

Ecco quali sono i vantaggi di inserire contenuti premium nella propria strategia di content marketing:

  • generare contatti qualificati
  • conoscere i potenziali clienti grazie alle informazioni richieste nel form
  • verificare l’interesse del target sul prodotto/servizio offerto
  • far emergere l’azienda come esperta del settore
  • far conoscere l’azienda come attenta alle esigenze del cliente
  • far aumentare la conoscenza e la reputazione dell’impresa
  • far aumentare la fedeltà all’azienda

 

Quando un’ impresa informa, educa, aggiorna i propri utenti in maniera efficace e sistematica, contribuisce anche a migliorare la propria posizione all’interno del settore e, soprattutto, nella mente dell’utente. Diventare un punto di riferimento è fondamentale per vincere sulla concorrenza e fidelizzare i potenziali clienti. I contenuti premium aiutano, in definitiva, a creare una relazione con il target.

 

Creare contenuti premium che funzionano

I contenuti premium che funzionano sono quelli che rispondono alle esigenze del target. È inutile offrire contenuti che siano autoreferenziali o promozionali, i contenuti devono essere prima di tutto utili! Per realizzare contenuti b2b che invogliano i clienti a scaricarli (magari in cambio di qualche dato), devi:

  • sapere a chi ti rivolgi
  • sapere di cosa ha bisogno il tuo target
  • creare un’esperienza utente ottimale: cura il form e rendi facile il download
  • utilizzare il tono di voce in linea con il target
  • offrire contenuti facili da comprendere 

Voler approfondire non significa avere tanto tempo a disposizione ma anzi, sciogliere dei dubbi e facilitare/accelerare il percorso decisionale. Per questo, il contenuto premium è esaustivo ma non complesso. E in pratica, quali sono le forme dei contenuti premium?

Quali sono i contenuti premium: alcuni esempi

Esistono tante modalità diverse per creare contenuti gratis validi per i tuoi potenziali clienti. Di seguito, ti suggeriamo le forme più diffuse da utilizzare, con alcuni esempi:

  • Mini guida: produci caldaie? Inserisci una miniguida su come scegliere la caldaia migliore;
  • Casi studio: hai ristrutturato una casa con la tua impresa edile? Racconta tutte le fasi del progetto, mostrando l’immobile prima e dopo il lavoro svolto;
  • Mini manuale: vendi software? Rilascia un mini-manuale sull’uso della versione più aggiornata del tuo software;
  • Infografica: hai un’agenzia di comunicazione? Crea un’infografica sui vantaggi di fare content marketing;
  • Checklist: hai uno studio di consulenza finanziaria? Fornisci una checklist su come scegliere investimenti sicuri;
  • Ebook: organizzi corsi di formazione online? Offri un ebook di approfondimento su un argomento specifico trattato nei tuoi corsi;
  • Webinar dimostrativi: produci macchinari industriali? Organizza webinar per mostrare il funzionamento dei tuoi prodotti;
  • Prove gratuite: progetti piattaforme online? Offri l’accesso gratuito per un periodo limitato di tempo;
  • White Paper: hai condotto un sondaggio di mercato? Esponi i risultati consultabili in un pdf.

Valuta quindi in base alle caratteristiche del target quale sia la forma ottimale per presentare il tuo contenuto premium. In alcuni casi è preferibile leggere delle istruzioni, in altri è più efficace mostrare un video, o delle slide, sul funzionamento di un prodotto, etc. L’aspetto fondamentale è che si tratti di contenuti di qualità, realmente utili a chi offre i propri dati in cambio della loro fruizione.

Vuoi aumentare i lead qualificati grazie ai contenuti premium? Contattaci!